Tassazione di società maltesi

Le società registrate a Malta sono soggette a imposta sul reddito ovunque generato, dacché sono considerate come residenti ordinarie e domiciliate a Malta, in virtù della loro registrazione. Quelle registrate all’estero sono considerate residenti a Malta se la gestione e il controllo vengono esercitati sul suo territorio, laddove le società non residenti né domiciliate a Malta sono soggette soltanto all’imposta su redditi e capital gain prodotti nel Paese.

Le società registrate o residenti a Malta sono soggette a imposta sul reddito sull’imponibile all’aliquota fissa del 35%. È tuttavia interessante notare che Malta ha adottato il sistema di imputazione completo secondo il quale i dividendi pagati da una società maltese non sono soggetti a nessun’altra imposta grazie alla deduzione equivalente all’imposta pagata dalla società per la distribuzione di profitti. Ciò significa che l’azionista avrà diritto di rivendicare uno sgravio equivalente ai 2/3, i 5/7, i 6/7 o al 100% dell’imposta sul reddito corrisposta dalla società maltese per la distribuzione dei dividendi.

Il sistema di rimborso

Il sistema di imputazione completo utilizzato da Malta garantisce che sia gli azionisti residenti che non residenti abbiano diritto a ricevere un rimborso per ogni imposta corrisposta dalla società. L’implicazione pratica di ciò è che, a fronte di ricezione di un dividendo dalla loro società maltese con redditi derivanti da attività commerciale, gli azionisti acquisiranno il diritto a un rimborso dei 6/7 dell’imposta totale corrisposta. Il rimborso totale, però, è limitato alle imposte maltesi corrisposte; ciò significa che l’effettiva aliquota pagata a Malta sarà del 5%.

Il rimborso è ridotto ai 5/7 del totale dell’imposta corrisposta dalla società, nel caso in cui questa distribuisca dividendi esterni a profitti derivati da interessi passivi o royalty, il che risulterà in un’imposta netta a Malta del 10%. Inoltre, l’azionista di una società maltese che percepisce reddito di qualunque tipo, compresi interessi passivi o royalty, può richiedere un rimborso dei 2/3. Questo tipo di rimborso può essere rivendicato nel caso in cui la società maltese abbia richiesto uno sgravio ai sensi di una delle quattro forme di doppia imposizione disponibili ai sensi della legislazione maltese. Ciò risulterà in un’imposta massima effettiva corrispondibile del 6,25%, ulteriormente riducibile, a seconda delle spese sostenute dalla società.

Participating Holding

L’azionista di una società non residente si qualifica come detentore di una partecipazione azionaria se la società maltese detiene azioni ordinarie in una società non residente o in un organismo di persone qualificato e:

  • detiene direttamente almeno il 10% delle azioni ordinarie della società non residente; oppure
  • è azionista in una società non residente e ha diritto all’opzione di acquisto del saldo delle azioni della società non residente o ha il diritto di prelazione su tali azioni; oppure
  • è azionista nella società non residente e ha diritto di essere rappresentato nel Consiglio direttivo; oppure
  • è un azionista che investe almeno €1.164.000 in una società non residente a Malta e tale investimento viene detenuto per un periodo minimo ininterrotto di 183 giorni; oppure
  • detiene le azioni della società non residente per il beneficio della sua attività nella società maltese e non come attivo circolante ai fini commerciali.

Un azionista di una società maltese può rivendicare un rimborso completo delle tasse pagate sui dividendi e il capital gain ricevuto da una holding di partecipazione se la holding nella società non residente soddisfa almeno una delle seguenti norme anti-abuso:

  • essere residente o registrata nell’UE;
  • essere soggetta a regime impositivo straniero per almeno il 15%;
  • non trarre più del 50% del suo reddito dagli interessi passivi o royalty.

Esenzione di partecipazione

Il reddito derivato da una holding di partecipazione o dalla sua liquidazione avrà diritto a una esenzione di partecipazione, volta a esimere dalle imposte i dividendi e gli utili derivati da tali holding. Il reddito derivato da una holding di partecipazione che dà diritto a una esenzione di partecipazione può essere interamente escluso dalla dichiarazione dei redditi e di conseguenza non sarà tassato.

Sgravio

La legislazione maltese prende in considerazione quattro tipi di sgravio dalla doppia imposizione del reddito prodotto all’estero.

Essi sono:

  • Sgravio dovuto a convenzione: Malta ha sottoscritto oltre 50 accordi contro la doppia imposizione, perlopiù basati sulla convenzione modello OCSE (“OECD Model Convention”). Tali convenzioni garantiscono che lo stesso reddito non sia mai tassato due volte in due Paesi diversi. Al fine di richiedere lo sgravio dalla doppia imposizione a Malta, è necessaria prova di pagamento di tasse in un paese straniero, e che il soggetto richiedente sia residente a Malta nell’anno precedente quello della dichiarazione
  • Sgravio del Commonwealth: Riguardante le imposte pagate ai paesi del Commonwealth britannico rispetto a redditi derivati da tali Paesi.
  • Sgravio unilaterale: Applicabile nel calcolo della responsabilità fiscale di un soggetto nei casi in cui lo sgravio da doppia imposizione e quello riguardante le imposte sul reddito del Commonwealth non possano essere rivendicati. Attraverso questo sgravio, ogni imposta pagata all’estero sarà considerata a credito rispetto all’importo esigibile a Malta che è prelevato sull’importo lordo. Lo sgravio unilaterale per l’imposta sottostante è pure richiedibile laddove il contribuente detenga più del 10% del potere di voto della società estera che corrisponde il dividendo.
  • Credito sull’aliquota fissa su imposte estere (Flat Rate Foreign Tax Credit – FRFTC): Esso è possibile solo per società maltesi che percepiscono redditi dall’estero nei casi in cui le altre forme di sgravio dalla doppia imposizione non siano possibili. Il credito sull’aliquota fissa su imposte estere è calcolato al 25% dell’importo del reddito o dell’utile estero percepito dalla società, al lordo delle spese deducibili.

Filiali

La legge maltese offre la possibilità alle società registrate o costituite fuori dal territorio maltese di condurre affari all’interno o tramite Malta, previa la costituzione di una filiale nel Paese. Una delle implicazioni, è che la filiale di una società estera sarà trattata come una stabile organizzazione, ai fini fiscali. Ciò significa che sarebbe tassabile soltanto a Malta su quei profitti attribuibili alla stabile organizzazione maltese. L’imposta sul reddito ammonterebbe al 35% se tale società straniera fosse un organismo di persone costituito, istituito o registrato fuori Malta. Inoltre, tutti i vantaggi fiscali concessi a società costituite o residenti a Malta sono estesi anche alle loro filiali, e quindi l’uso di una filiale può costituire una soluzione ottimale nelle strategie di pianificazione fiscale internazionale.

Oltre a tutte le suddette vantaggiose caratteristiche del regime fiscale maltese, altri incentivi specifici sono dedicati a particolari settori di nicchia del mercato, in particolare relativamente alle società di aviazione, navigazione, alle aziende manifatturiere, alle società di scommesse on-line e di “media e intrattenimento”, nonché nel campo dei servizi finanziari.

 

Leave a Reply