Le holding lussemburghesi fuori dalla black list

fuori dalla black listA seguito della modifica della Convenzione contro le doppie imposizioni (modello Ocse), le holding lussemburghesi fuori dalla black list.

La modifica era stata firmata il 21 giugno 2012 ed è stata ratificata dal nostro paese con la Legge 150 del 3 ottobre 2014, che ha dichiarato che le holding lussemburghesi fuori dalla black list.

Le holding lussemburghesi hanno avuto una eliminazione dalla black list con effetto retroattivo al 21 novembre 2001 cosi come dichiarato dal ministro dell’economia Pier Carlo Padoan.

Le holding lussemburghesi sono tutte quelle società la cui attività principale consiste nell’acquisizione e nella gestione di partecipazioni in società, sia lussemburghesi che estere.

Queste holding fino al 31 dicembre 2010 hanno usufruito di una esenzione totale di imposizione fiscale.

Oggi, grazie alla modifica della Convenzione contro le doppie imposizioni (modello Ocse), le holding lussemburghesi permetteranno allo Stato italiano di superare il segreto bancario migliorando la cooperazione tra i Paesi.

Leave a Reply