Finanziamenti alla Delocalizzazione e società miste

Delocalizzazione e società miste

Il Ministero degli Affari Esteri ha da tempo messo sul campo alcuni strumenti finanziari nel partenariato pubblico-privato per la Cooperazione allo Sviluppo.

Finanziamenti alla Delocalizzazione:

L’art. 7 della Legge 49/87 prevede il finanziamento alle imprese italiane per la realizzazione di imprese miste (formate da soci italiani ed esteri) nei paesi in via di sviluppo, e dopo la delibera CIPE n.56/13 sono stati stanziati dei fondi  per gli imprenditori che vogliono investire all’estero.

Caratteristiche:

  • La società mista, da costituirsi nel paese in via di sviluppo, deve essere formata dalla società Italiana e da almeno il 25% di un partner locale del paese scelto;
  • Il Finanziamento prevede la concessione di un Credito Agevolato fino al 70% della quota della società italiana nell’impresa mista;
  • Tasso di interesse 0,27% a maggio 2015;
  • Importo massimo finanziabile € 10.000.000,00 e per alcuni paesi l’importo può raddoppiare in virtù di accordi bilaterali;
  • Anticipo da parte del ministero 70%;
  • Apporti in natura per un massimo del 20%;

 

Dopo il parere C.D. n.17 del 17.12.2013 i settori ammissibili al finanziamento sono:

  • industria, agricoltura, allevamento, pesca ed attività di trasformazione;
  • artigianato;
  • servizi locali di pubblico interesse nei settori dell’energia, delle comunicazioni, dell’acqua, dei trasporti e dei rifiuti;
  • micro finanza, servizi di micro-imprenditorialità, commercio locale, commercio equo solidale, turismo sostenibile;
  • tutela e valorizzazione dei beni culturali e ambientali;
  • fornitura di servizi medici di pubblica utilità, e produzione di medicinali;
  • formazione professionale ed educazione.

Come forma di garanzia verrà richiesta alla società italiana una polizza fideiussoria dal 20% al 30% del finanziamento ottenuto

Gli imprenditori che sono alla ricerca di finanziamenti per le loro idee imprenditoriali  possono trovare il supporto che cercavano in questo strumento.

Afghanistan
Benin
Bolivia
Burkina Faso
Burundi
Camerun
Centrafricana, Repubblica
Congo, Rep.
Congo, Rep. Dem.
Costa d’Avorio
Etiopia
Gambia
Ghana
Guinea Bissau
Guyana
Haiti
Honduras
Liberia
Madagascar
Malawi
Mali
Mauritania
Mozambico
Nicaragua
Niger
Ruanda
São Tomé e Príncipe
Senegal
Sierra Leone
Tanzania
Togo
Uganda
Zambia
Ciad
Comore
Guinea
Eritrea
Somalia
Sudan
Angola
Bangladesh
Bhutan
Cambogia
Gibuti
Isole Salomone
Kiribati
Laos
Lesotho
Myanmar
Nepal
Samoa
Timor-Leste
Tuvalu
Vanuatu
Yemen
Corea, Rep. Dem.
Kirghizistan Rep.
Kenia
Tagikistan
Zimbabwe
Albania
Armenia
Belize
Capo Verde
Egitto
El Salvador
Fiji
Filippine
Georgia
Guatemala
India
Indonesia
Irak
Isole Marshall
Kosovo
Marocco
Micronesia, Stati Federati
Moldavia
Mongolia
Nigeria
Pakistan
Papua Nuova Guinea
Paraguay
Siria
Sri Lanka
Swaziland
Territori Palestinesi
Tonga
Ucraina
Uzbekistan
Vietnam
Cuba
Ecuador
Libano
Tunisia

 

Leave a Reply

2 commenti

  1. giancarlo

    Buongiorno, mi scusi ma la legge cui fa riferimento non è stata abrogata? L’attuale non è la 125 del 2014?

    • PDBadmin

      Si era scaduto, purtroppo i fondi non sono stati utilizzati ed è stato prorogato. Non mi occupo personalmente di queste pratiche. Se ha interesse la metto in contatto con i professionisti di Roma che si occupano proprio di questa misura.