pos conto corrente europa

POS bloccato perché il tuo conto è stato pignorato? Puoi uscirne

Sei un Commerciante o un Artigiano e non riesci a incassare con POS a causa di un conto corrente pignorato? Possiamo uscirne assieme, la situazione è risolvibile:

Commercianti e Artigiani Protestati

I commercianti e gli artigiani (bar, ristoranti, negozi di alimentari, piccoli artigiani, meccanici, elettrauto e molti altri) che sono stati protestati, si ritrovano a non poter incassare con il POS in quanto Equitalia, oppure un terzo creditore, blocca le somme a proprio favore.

La prima soluzioni che questi piccoli imprenditori adottano è incassare in contanti, ma ben presto iniziano ad avere le prime difficoltà con i propri clienti che sempre più vogliono pagare con Moneta Elettronica. Questo comportamento a lungo andare riduce la clientela che difficilmente potrà essere acquisita.

Imprenditori e-commerce Protestati o Pignorati

Questa categoria di imprenditori, ha lo stesso problema quando incassa via web, in quanto i flussi di denaro vanno sempre a riempire il proprio c/c pignorato.

Come fa un imprenditore a portare avanti la propria attività in queste condizioni?

La soluzione è il POS Europa con conto corrente in Europa

Una soluzione legale al 100%, che viene spesso sottovalutata in Italia. Siamo in grado di aprire a tutti gli italiani un conto corrente in Europa con relativo POS, con carta Mastercard (che funziona da Bancomat e Carta di credito), Home Banking, App Home Banking, Servizio Contactless. Limiti di prelievo ATM in contante fino a 15.000 euro al mese, spese di carta di credito fino a 25.000 euro al mese.

Per coloro che necessitano di integrare un conto corrente in Italia, anche questa soluzione sarà possibile dopo aver aperto il conto europeo.

Come aprire da soli un conto corrente con POS in Europa

Oggi per aprire un conto corrente all’estero con POS serve:

  1. Recarsi nel paese prescelto in Europa sostenendo le spese di viaggio;
  2. Sostenere i costi di Hotel e pasti per tutto il soggiorno pari a 3 giorni;
  3. Recarsi in banca con un consulente locale per il disbrigo pratiche;
  4. Spese di traduzione, in alcuni casi e solo in alcuni paesi;
  5. Sostenere i costi del consulente;
  6. Fornire una bolletta di luce, gas o telefono, che provi la residenza;
  7. Consegnare oltre i documenti identificativi anche la Referenza Bancaria rilasciata dalla vostra banca (ed è qui che iniziano i veri problemi perché le banche trovano tante scuse per non rilasciare questo tipo di documento, se dopo siete protestati non riceverete alcuna referenza bancaria).
  8. Dopo 30 giorni, ritornare in Banca presso il paese prescelto e depositare la licenza commerciale autenticata o altro documento probatorio per il Ritiro del POS che potrà essere utilizzato solo nel paese scelto e non in Italia.

Come aprire con noi un conto corrente con POS in Europa

  1. Rilasciare Mandato per apertura conto corrente in Europa versando le competenze;
  2. Fornire una bolletta di luce, gas o telefono, che provi la residenza ed i documenti identificativi;
  3. Dopo 10 giorni ed il completamento del c/c in Europa, si completa la richiesta del POS on-line ed in pochi giorni arriva tutto in azienda.

Il nuovo conto con POS in Europa ti garantirà:

  • Codice IBAN
  • Accesso Home Banking
  • App per lavorare in Mobilità
  • Carta Mastercard che funziona da Bancomat e Carta di Credito, sempre che siano presenti fondi
  • POS Wireless, Bluetooth, Carta Sim  con Contactless
Oltre alla possibilità di:
  • Richiedere seconda, terza e quarta carta Mastercard per la famiglia o i dipendenti
  • Fare trasferimenti veloci da carta a carta senza bonifico

Avete l’opportunità di riprendere in mano la vostra attività e superare il passato, legalmente e con l’aiuto dell’Europa, pensateci.

Leave a Reply