Ridurre il debito con Equitalia del 90% grazie alla “Legge anti suicidi”

legge-anti-suicidi
E’ possibile non pagare Equitalia quando vi è sovra-indebitamento? E’ possibile vedersi ridurre un debito nei confronti di Equitalia del 90%?

La risposta è affermativa, è possibile in caso di sovra-indebitamento vedersi ridurre un debito nei confronti di Equitalia del 90%.

Il Tribunale di Busta Arsizio con Decreto del 16.09.2014 ha omologato un piano “ex articolo 12 bis della Legge 3/2012” in un caso in cui l’unico creditore era l’erario, quindi attraverso Equitalia, per una cifra di € 86.000 che è stata ridotta ad € 11.000. Altri esempi dell’applicazione della cosidetta “Legge anti suicidi” li puoi vedere anche nel servizio delle Iene a questo link.

Continua a leggere…

MOSS – Applicazione dell’Iva nell’e-commerce

MOSS - mini one stop sjop

Dal 1 gennaio 2015 è in vigore il regime iva che evita al fornitore di doversi registrare presso ogni Stato membro che si chiama MOSS (Mini One Stop Shop).

Ricordiamo che il MOSS è obbligatorio per le società che prestano servizi TBES (Telecomunications, Broadcasting, Electronically-supplied services) (telecomunicazioni, broadcasting, e forniture di servizi elettronici), è facoltativo per il resto delle imprese, è valido per 3 anni dalla sua adesione e può essere applicato dalle imprese Ue ed Extra Ue ricoprendo l’intero territorio europeo.

Come funziona

Continua a leggere…

Prescrizione Equitalia, entro quanto tempo deve iniziare l’esecuzione forzata

Prescrizione Equitalia per l'esecuzione forzata

Prescrizione Equitalia: entro quanto tempo deve iniziare l’esecuzione forzata

 

residenzaPer avviare un pignoramento l’Equitalia, attraverso il suo agente della riscossione, non può attendere il tempo della prescrizione della cartella esattoriale di 10 anni.

La Cassazione con la pronuncia n. 12263 del 25.05.2007 e n. 9617/2014 ha ribadito che il diritto da parte di Equitalia ad avviare esecuzione forzata nei confronti del debitore si estingue nei termini di riscossione del tributo o contributo, cioè dai 5 anni ai 10 anni.

Continua a leggere…

Residenza Fiscale: il vincolo affettivo decade

vincolo affettivoSentenza della Corte di Cassazione “senza precedenti”, che ha chiarito definitivamente l’estraneità del mantenimento della residenza della famiglia dell’imprenditore in Italia quale presupposto al pagamento delle tasse in Italia, quindi il vincolo affettivo decade.

La Corte di Cassazione, con la sentenza n.6501 del 31.03.2015, ha definito che, se un cittadino lavora e risiede all’estero non è tenuto a pagare le tasse in Italia, nemmeno se possiede il vincolo affettivo in quanto non hanno nessun nesso con il domicilio fiscale. L’importante è mantenere la prova documentale che si dimori per più di 183 giorni fuori dall’Italia.

Continua a leggere…

Il credito d’imposta per i redditi prodotti all’estero

creditoIl credito d’imposta sul reddito estero è stato oggetto di chiarimenti con la Circolare 9/E del 5 marzo 2015 da parte dell’Agenzia delle Entrate dove ha fornito maggiori dettagli operativi e di funzionamento del foreign tax credit, illustrando i presupposti di applicabilità ed il suo meccanismo di calcolo.

Continua a leggere…

La patent box in Italia

fiscoIl decreto “investment compact” del Decreto Legge n. 3 del 24.01.2015 ha previsto l’introduzione di un regime opzionale di detassazione dei redditi derivanti dall’utilizzazione di brevetti, marchi, design e know-how di nome “patent box“.

Ricordiamo che la fuga di Fiat o Lottomatica o GSK è stata dettata da una tassazione più vantaggiosa ed equa ed una tassazione fiscale come la “patent box” già acquisita da questi paesi europei.

Continua a leggere…

Strategia aziendale internazionale

strategiaLa globalizzazione richiede continui cambiamenti coerenti con le dinamiche economiche mondiali e continui cambi di direzione, soprattutto per coloro che guardano verso i mercati esteri. Avere una maggiore attenzione elaborando una continua strategia aziendale internazionale permette all’imprenditore di prevedere il mercato e adeguarsi al cambiamento cogliendo tutte le opportunità.

Continua a leggere…

Uso del contante in Europa

contanteSempre più lettori mi chiedono di conoscere le diverse soglie dell’uso dei contanti per gli Stati membri in Europa. Dopo l’ultimo articolo pubblicato, ho ritenuto fosse giunta l’ora di integrare alcune informazioni utili al lettore sull’uso del contante in Europa

Ogni cittadino europeo deve attenersi alle regole del proprio paese di residenza e domicilio fiscale, ed a titolo esemplificativo, riportiamo alcune soglie:

Continua a leggere…