Acquisto di medicinali all’estero

Ho acquistato dei medicinali dall’estero, posso portarli in detrazione nella mia dichiarazione dei redditi?

L’acquisto dei medicinali all’estero è detraibile (articolo 15, comma 1, lett. c, del Tuir) ovvero, qualora si tratti di persone disabili, deducibile (articolo 10, comma 1, lett. b, del Tuir) mediante certificazione con fattura o scontrino fiscale “parlante” in cui sia riportata la natura, qualità e quantità dei prodotti acquistati, nonché il codice fiscale del destinatario, ovvero del soggetto che detrarrà la relativa spesa o di altro componente del nucleo familiare che sia a carico del soggetto medesimo (articolo 1 della legge 296/2006).

Nello specifico, qualora il farmacista estero abbia rilasciato un documento di spesa da cui non risultino le predette indicazioni, il codice fiscale del destinatario potrà essere riportato a mano sullo stesso come anche la natura, qualità e quantità del farmaco (circolare 34/E del 2008).