branch exemption in Italia

La Branch Exemption in Italia: ora è operativa

Ci sono voluti 2 anni per rendere operativa una legge semplice che i nostri partner europei hanno nei loro ordinamenti da anni. La Branch Exemption è una sostanziosa semplificazione fiscale che prevede la non assunzione in capo alla casa madre italiana degli utili e delle perdite economiche della sua filiale estera, sempre che questa sia identificata come una Stabile Organizzazione. Continua a leggere…

Doppie imposizioni il dipendente italiano all'estero NON deve pagare le tasse sul reddito in Italia

Doppie imposizioni: il dipendente italiano all’estero NON deve pagare tasse sul reddito in Italia

Per evitare che i lavoratori italiani all’estero paghino le tasse due volte, l’Italia ha firmato negli anni numerose convenzioni internazionali contro le doppie imposizioni.

Le convenzioni contro le doppie imposizioni firmate dal Governo italiano prevedono che la tassazione del reddito prodotto avvenga solo nel Paese in cui viene svolto il lavoro dipendente, infatti l’italiano che lavora in Francia non può essere tassato nel nostro paese. Continua a leggere…

La residenza fittizia, l'Agenzia delle Entrate colpisce ancora

Residenza fittizia, l’Agenzia delle Entrate colpisce ancora

A conferma dei precedenti articoli sull’importanza di pianificare una strategia, a tutela del cambio di residenza di un cittadino italiano, per contrastare la presunzione di residenza fittizia da parte dell’Agenzia delle Entrate, la Commissione Tributaria Regionale della Lombardia, con sentenza n.1685 del 13 marzo 2017, ha condannato alcuni imprenditori al pagamento di oltre 100 milioni di euro per aver occultato all’estero un ingente patrimonio.

Continua a leggere…

european business strategy piero di bello

European Business Strategy: se vuoi vincere nel mercato europeo

La European Business Strategy è una consulenza che permette agli imprenditori di raggiungere risultati di equità fiscale, nella massima legalità e trasparenza.

Una strategia di business studiata per ottenere il massimo da ogni dettaglio della complessa struttura fiscale europea, ti permetterà di costruire un vantaggio competitivo sui tuoi concorrenti.

Continua a leggere…

Import Extra-Ue Iva

Se acquisti fuori dall’Ue e rivendi al suo interno, oggi non paghi l’Iva

Sempre più imprese italiane svolgono attività di importazione dai paesi Extra-Ue per vendere successivamente la merce all’interno del mercato europeo, vista la notevole convenienza e la crescente qualità dei prodotti provenienti dal continente asiatico. Oggi le normative consentono un recupero dell’Iva più veloce rispetto al passato e l’esenzione dal versamento Iva per le cessioni Intra-Ue, ecco tutto ciò che c’è da sapere: Continua a leggere…

Iva dal 2018 delocalizzazione PMI italiane

L’Iva dal 2018 farà delocalizzare molte PMI Italiane, ecco cosa non vi dicono in TV

La manovrina di bilancio pubblicata in Gazzetta Ufficiale, ha previsto una serie di disposizioni urgenti in materia finanziaria solo a vantaggio delle casse dello Stato, senza alcuna misura per lo sviluppo, al contrario di quanto paventato dal Governo, dalle testate giornalistiche e dalle tv. Ecco cosa dovranno aspettarsi le imprese italiane nei prossimi anni:

Continua a leggere…

Seychelles paradiso fiscale società

Seychelles paradiso fiscale per le aziende? Ecco la realtà nel 2017

Che le Seychelles siano un paradiso fiscale è un’idea comune, tanto che a volte mi chiamano giovani imprenditori per una delocalizzazione dei loro business proprio verso le Seychelles al fine di usufruire di vantaggi fiscali letti “da qualche parte su internet”.

Quando inizio a spiegare le regole cui gli imprenditori devono sottostare nel paese e la reale pressione fiscale, tutti iniziano a chiedere maggiori informazioni per capire meglio i vantaggi reali. Ecco le regole e i vantaggi spiegati semplicemente: Continua a leggere…

Azienda in Svizzera, solo per imprenditori onesti

Azienda in Svizzera, solo per imprenditori “onesti”

Portare la propria azienda in Svizzera conviene, ma è un’operazione che va fatta onestamente. Nei giorni scorsi la Guardia Finanzia ha egregiamente scoperto un consulente che truccava i bilanci ed esportava valuta in Svizzera. Nonostante fosse iscritto all’Archivio Italiani all’Estero A.R.I.E. e fosse proprietario di immobili e auto lussuose in Svizzera, evidentemente non aveva studiato a fondo la normativa fiscale italiana, dato il mantenimento in Italia dei suoi principali interessi: Continua a leggere…