Opportunità per fare impresa in Ungheria

fare impresa in Ungheria

L’Ungheria è una paese facente parte dell’Europa limitrofa all’Austria, Slovenia, Slovacchia, Ucraina, Romania, Serbia e Croazia con condizioni economico e sociali molto favorevoli, vantaggi fiscali ed altissimo valore costo del lavoro e qualifica professionale che lo posizionano tra i migliori paesi per far crescere la propria start-up.

Attualmente la moneta utilizzata è lo scellino ungherese chiamato HUF, dove 1 euro rappresenta all’incirca 300 scellini ungheresi.

Ricordiamo che l’Ungheria ha sottoscritto la convenzione contro le doppie imposizioni sul reddito OCSE.

Continua a leggere…

Strategia aziendale internazionale

strategiaLa globalizzazione richiede continui cambiamenti coerenti con le dinamiche economiche mondiali e continui cambi di direzione, soprattutto per coloro che guardano verso i mercati esteri. Avere una maggiore attenzione elaborando una continua strategia aziendale internazionale permette all’imprenditore di prevedere il mercato e adeguarsi al cambiamento cogliendo tutte le opportunità.

Continua a leggere…

Aprire una società negli Stati Uniti d’America

Aprire una società negli Stati Uniti d'AmericaSempre più giovani imprenditori vogliono costituire una società negli Stati Uniti d’America per avere una immediata credibilità nel mercato e penetrarlo con più facilità.

Il primo aspetto giuridico importante è limitare la responsabilità del socio attraverso una controllata. Rispetto alle società europee quelle americane sono flessibili ed efficienti, costituite in poche ore senza la presenta di un notaio ed omologazione dal tribunale.

Le tipologie di società possiamo distinguerle in due tipologie:

Continua a leggere…

Voluntary disclosure entro il 30 settembre 2015

DISCLOSUREIl rientro dei capitali detenuti all’estero in materia di emersione e rientro dei capitali ha visto la sua approvazione il 4 dicembre 2014. Il contribuente può avvalersi della nuova procedura chiamata Voluntary disclosure per le violazioni dell’obblighi di dichiarazione commesse fino al 30 settembre 2014 per l’emersione delle attività finanziarie e patrimoniali costituite o detenute fuori dallo Stato italiano affinché vengano definite in maniera agevolata le sanzioni per tutte le violazioni in materia di imposte sui redditi, addizionali, imposte sostitutive, imposta regionale, iva e dichiarazione dei sostituti d’imposta.

Continua a leggere…

Approfondimenti sulla Stabile Organizzazione

La nozione di stabile organizzazione è utilizzata per individuare il presupposto soggettivo sufficiente e necessario per l’imposizione, anche in uno stato estero, del reddito derivante da un’attività economica ivi svolta da un soggetto residente in altro Stato. Questo rischio si potrebbe concretizzare nel caso in cui una società italiana dovesse disporre nello stato estero di una struttura organizzativa, materiale e/o personale, per mezzo della quale l’impresa stessa eserciti la propria attività.

Continua a leggere…

Tassazione di società maltesi

Le società registrate a Malta sono soggette a imposta sul reddito ovunque generato, dacché sono considerate come residenti ordinarie e domiciliate a Malta, in virtù della loro registrazione. Quelle registrate all’estero sono considerate residenti a Malta se la gestione e il controllo vengono esercitati sul suo territorio, laddove le società non residenti né domiciliate a Malta sono soggette soltanto all’imposta su redditi e capital gain prodotti nel Paese.

Continua a leggere…