La differente tassazione dei dividendi esteri tra persone fisiche e società

Sempre più impren­di­tori scel­gono di dete­nere quote di società estere e ita­liane in capo alla società per una note­vole dif­fe­renza di tas­sa­zione dei divi­dendi esteri tra per­sone fisiche e società.

dividendi esteriIn una mia pre­ce­dente pub­bli­ca­zione su Urban Post abbiamo par­lato della tas­sa­zione sui divi­dendi esteri in capo alle per­sone fisiche dopo la riforma del 01.07.2014 al Decreto Legge n.66 del 24.04.2014.

In questa pub­bli­ca­zione ana­liz­ziamo la dif­fe­rente tas­sa­zione dei divi­dendi esteri in capo alle società da quelli in capo alle per­sone fisiche per meglio com­pren­dere la dif­fe­renza di trat­ta­mento fiscale.

Le quote di par­te­ci­pa­zioni delle società di capi­tali non ven­gono distinte in qua­li­fi­cate e non qua­li­fi­cate come quelle delle per­sone fisiche. Ed è per questo motivo che il trat­ta­mento fiscale è uguale a pre­scin­dere la quota di par­te­ci­pa­zione della società.

Per le società di capi­tali i divi­dendi su par­te­ci­pa­zioni socie­tarie di società ita­liane o estere con­cor­rono a for­mare la base impo­ni­bile ai fini Ires solo per il 5%.

Quindi se ne deduce che il trat­ta­mento è molto van­tag­gioso rispetto alle per­sone fisiche che devono con­si­de­rare una base impo­ni­bile del 49,72% se trat­tasi di quote di par­te­ci­pa­zione qua­li­fi­cata.

Ed è pro­prio per questo motivo che molti impren­di­tori devono ricon­si­de­rare la scelta di far dete­nere le pro­prie quote socie­taria ad Hol­ding Estere Off­shore, eva­dendo una tas­sa­zione che spesso è bassa, cadendo nel reato di este­ro­ve­sti­zione.

Oggi se un impren­di­tore ana­lizza atten­ta­mente quanto ho appena ripor­tato in questo arti­colo, potrebbe ricon­si­de­rare la pro­pria posi­zione e le pro­prie quote di par­te­ci­pa­zione, pas­sando da una situa­zione ombra alla luce del sole, sot­to­po­nendo i divi­dendi esteri ad una impo­si­zione fiscale più gra­dita.

Perché costi­tuire Off­shore? Perché cadere nel reato di este­ro­ve­sti­zione? Perché eva­dere? Perché non avere la libertà di poter spen­dere libe­ra­mente i capi­tali gua­da­gnati?

L’in­vito che faccio a tutti gli impren­di­tori e ana­liz­zare più appro­fon­di­ta­mente i propri obiet­tivi affinché gli utili otte­nuti pos­sano essere spesi libe­ra­mente dai propri asset socie­tari.

Con­di­vidi
Tieniti sempre aggiornato!
Unisciti al nostro Canale Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo sul questo Blog.
Hai bisogno della nostra consulenza?
Ti richiameremo per una prima valutazione gratuita relativa al tuo caso.
Scritto da
Piero Di Bello

Appassionato e dinamico consulente esperto in Protezione e Pianificazione consapevole del Patrimonio delle famiglie e delle imprese, associato della prestigiosa Associazione “Il Trust in Italia”.
Esperto in Fiscalità Internazionale e Strategie d’Impresa, coadiuva continuamente gli imprenditori nel disegnare il proprio business.

Visualizza tutti gli articoli
Scritto da Piero Di Bello

Piero Di Bello

Appassionato e dinamico consulente esperto in Protezione e Pianificazione consapevole del Patrimonio delle famiglie e delle imprese, associato della prestigiosa Associazione “Il Trust in Italia”.
Esperto in Fiscalità Internazionale e Strategie d’Impresa, coadiuva continuamente gli imprenditori nel disegnare il proprio business.