Iscrizione AIRE: dal 29 marzo 2019 giro di boa

A far data dal 29 marzo 2019 l’iscrizione AIRE, purché presentata in modo corretto e completa della documentazione, non decorrerà più dalla data in cui l’anagrafe della pubblica amministrazione in Italia iscrive il residente all’estero, bensì dalla data di presentazione.

Questo cambio di rotta semplificherà di molto la vita dei nuovi residenti all’estero, superando tutti quei cortocircuiti che avvenivano a causa di lungaggini burocratiche che portavano ad una iscrizione AIRE anche dopo 6 mesi.

La ritardata iscrizione AIRE provocava non pochi problemi sulla presunta residenza del contribuente con notevoli risvolti in tema di dichiarazione dei redditi e doppia imposizione.

Oggi tutto questo è superato.

Condividi
Tieniti sempre aggiornato!
Unisciti al nostro Canale Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo sul questo Blog.
Hai bisogno della nostra consulenza?
Ti richiameremo per una prima valutazione gratuita relativa al tuo caso.
Scritto da
Piero Di Bello

Appassionato e dinamico consulente esperto in Protezione e Pianificazione consapevole del Patrimonio delle famiglie e delle imprese, associato della prestigiosa Associazione “Il Trust in Italia”.
Esperto in Fiscalità Internazionale e Strategie d’Impresa, coadiuva continuamente gli imprenditori nel disegnare il proprio business.

Visualizza tutti gli articoli
Scritto da Piero Di Bello

Piero Di Bello

Appassionato e dinamico consulente esperto in Protezione e Pianificazione consapevole del Patrimonio delle famiglie e delle imprese, associato della prestigiosa Associazione “Il Trust in Italia”.
Esperto in Fiscalità Internazionale e Strategie d’Impresa, coadiuva continuamente gli imprenditori nel disegnare il proprio business.