Mini sportello unico per l’Iva denominato MOSS

MOSSDal 1 gennaio 2015 vengono estesi ai servizi di telecomunicazione e di trasmissione telematica il regime speciale iva che attualmente si applica ai servizi elettronici business to consumer B2C.

Il mini sportello unico per l’Iva denominato MOSS (mini one stop shop) attualmente è un regime facoltativo per i soggetti passivi stabili e non stabili nell’UE ai fini dell’assolvimento degli obblighi Iva, relativamente alle prestazioni di servizi di telecomunicazione, di tele radiodiffusione ed elettronici rese ai committenti non soggetti passivi di imposta.

Continua a leggere…

San Marino ufficialmente è nella White List

white listSan Marino ufficialmente è nella White List così come pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.6 del 9 gennaio 2015.

La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è la conseguenza del Decreto firmato dal Ministro dell’Economia Padoan del l 29 dicembre 2014 che ha permesso a San Marino di essere nella Withe List.

Ricordiamo che lo Stato Italiano e quello di San Marino hanno attivato accordi di scambio di informazioni per evitare la doppia imposizione sul reddito.

Uno dei primi effetti e conseguenze di questo accordo sarà il trattamento favorevole delle operazioni di voluntary disclosure.

Nei prossimi mesi analizzeremo i vantaggi di San Marino nella White List.

La nuova imposta sulle imprese multinazionali nel Regno Unito

nuova impostaIl governo inglese ha dato luce alla nuova imposta sulle imprese multinazionali denominata “Diverted Profit Tax” con un aliquota del 25% sugli utili prodotti dalle società hi-tech e da gruppi internazionali che realizzano profitti nel Regno Unito ma che pagano le imposte in Irlanda o Svizzera e Lussemburgo.

Continua a leggere…

Voluntary disclosure entro il 30 settembre 2015

DISCLOSUREIl rientro dei capitali detenuti all’estero in materia di emersione e rientro dei capitali ha visto la sua approvazione il 4 dicembre 2014. Il contribuente può avvalersi della nuova procedura chiamata Voluntary disclosure per le violazioni dell’obblighi di dichiarazione commesse fino al 30 settembre 2014 per l’emersione delle attività finanziarie e patrimoniali costituite o detenute fuori dallo Stato italiano affinché vengano definite in maniera agevolata le sanzioni per tutte le violazioni in materia di imposte sui redditi, addizionali, imposte sostitutive, imposta regionale, iva e dichiarazione dei sostituti d’imposta.

Continua a leggere…

Le lavorazione intra-Ue ed il regime Iva da adottare

cessioni ceeDicasi lavorazione intra-ue quelle attività volte a trasferire un bene di propria produzione presso altro paese membro dell’Unione europea, per la sua trasformazione o implementazione a seguito di successiva vendita ad un terzo paese membro dell’Unione europea.

Quale comportamento dovranno avere i paesi facenti parte dell’Unione europea in campo iva?

Continua a leggere…

Come trasferire la propria residenza a Malta: informazioni e requisiti

residenza-a-malta
Molti cittadini italiani hanno fatto la scelta di trasferirsi a Malta, chi alla ricerca di un lavoro, chi per fuggire da un fisco assillante e da una burocrazia insopportabile, chi alla ricerca di una tassazione più equa e civile, tutti quanti sollevati dal fatto che Malta offre un estate di almeno 7 mesi l’anno, mare, spiagge, divertimento e incontri con popoli di tutto il mondo.

Continua a leggere…

La differente tassazione dei dividendi esteri tra persone fisiche e società

dividendi esteriIn una mia precedente pubblicazione su Urban Post abbiamo parlato della tassazione sui dividendi esteri in capo alle persone fisiche dopo la riforma del 01.07.2014 al Decreto Legge n.66 del 24.04.2014.

In questa pubblicazione analizziamo la differente tassazione dei dividendi esteri in capo alle società da quelli in capo alle persone fisiche per meglio comprendere la differenza di trattamento fiscale.

Continua a leggere…

Il contratto alieno

nuovo contratto alienoIl contratto alieno è scritto secondo un modello differente da quello italiano cioè un modello “common law”. Di solito è stipulato quando un soggetto straniero stipula un contratto con un operatore italiano, quando si partecipa ad una gara internazionale e non si conosce l’operatore italiano che vincerà la gara, quando il soggetto italiano è controllato da una società straniera.

Continua a leggere…

Pagare le tasse sui dividendi esteri posseduti dalle persone fisiche

rendite finanziarieLa domanda cardine che un imprenditore rivolge al suo consulente, e che spesso non riceve una risposta, è la seguente: come pagare in Italia le tasse sui dividendi esteri? Malta, Albania, Inghilterra, Irlanda, USA, Senegal, Marocco, e cosi via via tutto il mondo, vi sono regole differenti.
Oggi noi cercheremo di realizzare una guida semplice ed esaustiva che possa far capire anche ai non addetti quali regole bisogna seguire per poter calcolare in anticipo le tassa da pagare sui dividendi esteri.
Continua a leggere…

Finalmente è possibile sospendere o rateizzare la Exit Tax

exit taxLa Exit Tax (tassa da sostenere per le imprese italiane che decidono di trasferirsi all’estero) è rateizzabile o sospendibile nel caso il cui il trasferimento avviene all’interno della UE. La rateizzazione è possibile in 6 anni.

A seguito del provvedimento attuativo l’Agenzia delle Entrate ha regolato le modalità di esercizio dell’opzione, la prestazione delle garanzia e il rilascio delle stesse, nonché l’obbligo di monitoraggio annuale.

Continua a leggere…