Opportunità per fare impresa in Ungheria

fare impresa in Ungheria

L’Ungheria è una paese facente parte dell’Europa limitrofa all’Austria, Slovenia, Slovacchia, Ucraina, Romania, Serbia e Croazia con condizioni economico e sociali molto favorevoli, vantaggi fiscali ed altissimo valore costo del lavoro e qualifica professionale che lo posizionano tra i migliori paesi per far crescere la propria start-up.

Attualmente la moneta utilizzata è lo scellino ungherese chiamato HUF, dove 1 euro rappresenta all’incirca 300 scellini ungheresi.

Ricordiamo che l’Ungheria ha sottoscritto la convenzione contro le doppie imposizioni sul reddito OCSE.

Forme Societarie

Le forme societarie senza personalità giuridica sono:

  • KKT società in nome collettivo, dove gli imprenditori si assumono la responsabilità solidale ed illimitata nei confronti di terzi;
  • BT società in accomandati semplice, dove abbiamo soci accomandatari e accomandanti come nel nostro ordinamento.

Le forme societarie senza personalità giuridica sono:

  • KFT società a responsabilità limitata;
  • ZRT società per azioni.

La KFT può essere costituita con la pluralità dei soci o unipersonale, sia persone fisiche che giuridiche, ed il suo capitale minimo è di 3.000.000 HUF pari a circa 10.000 euro .

La ZRT può essere costituita con la pluralità dei soci o unipersonale, sia persone fisiche che giuridiche, ed è rappresentato da azioni con un capitale minimo è di 5.000.000 HUF pari a circa 16.600 euro.

 

Sistema Fiscale

Il sistema fiscale ungherese è molto semplice con le seguenti imposte:

  • TAO imposta sui redditi delle società di capitali pari al 10% fino a 500.000.000 HUF e del 19% per la parte eccedente;
  • SZjA imposta sui redditi delle persone fisiche pari al 16% fino a 2.424.000 HUF e del 20,32% per la parte eccedente.
  • AFA imposta sul valore aggiunto con il 5%, 18% e 27%.

 

Regime Fiscale Agevolato

I regimi fiscali ungheresi sono i seguenti:

  • KATA destinato ai contribuenti minimi con fatturato massimo di 6.000.000 HUF con una imposta forfettaria tra 25.000 HUF a 50.000 HUF;
  • KIVA destinato alle piccole società con fatturato massimo di 500.000.000 HUF con un imposta agevolata del 16%.

 

employeeCuneo fiscale

I contributi previdenziali in capo ai lavoratori sono del 18,5% mentre a carico dell’azienda ammontano al 27%.

 

Obblighi Fiscali

L’esercizio fiscale coincide con l’anno solare, l’obbligo di conservazione dei documenti è di 5 anni ed i controlli fiscali che posso essere subiti sono solo per gli anni contabilmente chiusi.

 

Incentivi Fiscali

Il fisco ungherese riconosce svariati crediti d’imposta per le imprese che realizzano posti di lavoro, ed è molto generoso con le imprese che puntano alla ricerca, sviluppo, protezione ambientale, nuove tecnologie risparmio energetico e turismo.

Un ulteriore misura di sgravio contributivo per la durata di cinque anni è dedicato alle imprese che investono nelle zone libere da imprenditoria per stimolare la crescita anche fuori da Budapest.

 

Aspetti non positivi dell’Ungheria

  • Impossibilità di acquisire la proprietà di terreni agricoli;
  • Costo delle operazioni bancarie elevato.

 

contattiPer coloro che fossero interessati a de-localizzare in Ungheria oppure ad approfondire alcuni aspetti possono incontrare un pool di professionisti Italiani ed Ungheresi che sono presenti a Roma ogni mese dell’anno.

 

Leave a Reply