Prezzi di Trasferimento (Transfer Pricing): la Normativa Interna

Le ope­ra­zioni con la società con­trol­lata estera devono essere effet­tuate agli stessi valori (o più sem­pli­ce­mente agli stessi prezzi) che sareb­bero stati pat­tuiti con sog­getti indi­pen­denti terzi al gruppo per ana­loga transazione.
La disci­plina dei Prezzi di Tra­sfe­ri­mento interna (in inglese Transfer Pri­cing) è con­te­nuta nell’art. 110, 7° comma del TUIR, il quale dispone che «i com­po­nenti del red­dito deri­vanti da ope­ra­zioni con società non resi­denti nel ter­ri­torio dello Stato, che diret­ta­mente o indi­ret­ta­mente con­trol­lano l’impresa, ne sono con­trol­late o sono con­trol­late dalla stessa società che con­trolla l’impresa, sono deter­mi­nati con rife­ri­mento alle con­di­zioni e ai prezzi che sareb­bero stati pat­tuiti tra sog­getti indi­pen­denti ope­ranti in con­di­zioni di libera con­cor­renza e in cir­co­stanze com­pa­ra­bili, se ne deriva un aumento del red­dito».

Che tipo di operazioni sono soggette alla disciplina dei prezzi di trasferimento?

Tutte le ope­ra­zioni con la società con­trol­lata estera di natura com­mer­ciale (cessione/acquisto di beni o ser­vizi) e/o di natura finan­ziaria (finan­zia­menti frut­ti­feri o infrut­ti­feri, fideiussioni).

Quali sono le implicazioni di carattere operativo?

La disci­plina dei prezzi di tra­sfe­ri­mento ha impor­tanti impli­ca­zioni ope­ra­tive ogni­qual­volta la società ita­liana ha ope­ra­zioni com­mer­ciali e finan­ziarie con la società con­trol­lata estera.
La disci­plina dei prezzi di tra­sfe­ri­mento richiede, infatti, un’attenta ana­lisi pre­ven­tiva dei prezzi di tra­sfe­ri­mento con la società estera già a par­tire dal momento di costi­tu­zione della stessa nonché un costante moni­to­raggio anno per anno dell’adeguatezza dei prezzi delle ope­ra­zioni con le società con­trol­late per non incor­rere nei sempre più dif­fusi accer­ta­menti da parte dell’Agenzia delle Entrate in materia di prezzi di trasferimento.

Gli accer­ta­menti fiscali in materia di prezzi di tra­sfe­ri­mento sono sempre più dif­fusi negli ultimi anni, per questo è impor­tante affi­darsi a con­su­lenti spe­cia­liz­zati in materia e non improv­vi­sati. Con­tat­taci senza impegno per una pre­li­mi­nare ana­lisi sull’adeguatezza dei prezzi di tra­sfe­ri­mento con le società con­trol­late estere.

Stay tuned!

Pub­bli­che­remo nei pros­simi giorni due arti­coli sul regime pre­miale in ter­mini di disap­pli­ca­zione delle san­zioni per infe­dele dichia­ra­zione e irri­le­vanza penale delle con­te­sta­zioni in materia di prezzi di tra­sfe­ri­mento riser­vati alle società che pre­di­spon­gono la docu­men­ta­zione dei prezzi di tra­sfe­ri­mento (cd. TP docu­men­ta­tion) e ne dichia­rano il pos­sesso nella dichia­ra­zione dei redditi.

Con­di­vidi
Tieniti sempre aggiornato!
Unisciti al nostro Canale Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo sul questo Blog.
Hai bisogno della nostra consulenza?
Ti richiameremo per una prima valutazione gratuita relativa al tuo caso.
Scritto da
Pietro Cumpostu

Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti con sede a Milano, è esperto e studioso in materia di fiscalità nazionale ed internazionale, Transfer Pricing, riorganizzazioni societarie e operazioni straordinarie.
Ricopre diverse cariche di revisore unico e sindaco effettivo di dinamiche PMI italiane.

Visualizza tutti gli articoli
Scritto da Pietro Cumpostu

Pietro Cumpostu

Dottore Commercialista e Revisore Legale dei Conti con sede a Milano, è esperto e studioso in materia di fiscalità nazionale ed internazionale, Transfer Pricing, riorganizzazioni societarie e operazioni straordinarie.
Ricopre diverse cariche di revisore unico e sindaco effettivo di dinamiche PMI italiane.