Come essere aziende eccellenti all’estero – Aspetti fiscali dell’internazionalizzazione (parte seconda)

Gli impren­di­tori di eccel­lenza ita­liana che svi­lup­pano il pro­prio busi­ness all’e­stero, ten­gono in con­si­de­ra­zione, in un’ot­tica inter­na­zio­nale, gli aspetti fiscali che abbiamo ana­liz­zato nella prima parte e non sot­to­va­lu­tano quello che andremo ad ana­liz­zare in questo articolo.

Disciplina della esterovestizione ex art. 73 del TUIR

Le sub­si­diary sono sog­gette, ai fini della resi­denza fiscale, al test della este­ro­ve­sti­zione. Il comma 3° del­l’art. 73 del TUIR defi­nisce la nozione di resi­denza affer­mando che: “ai fini delle imposte sui red­diti si con­si­de­rano resi­denti le società e gli enti che per la mag­gior parte del periodo di imposta hanno la sede legale o la sede del­l’am­mi­ni­stra­zione o l’og­getto prin­ci­pale nel ter­ri­torio dello Stato ”.

I cri­teri per la deter­mi­na­zione della resi­denza sono quindi i seguenti:

  • sede legale: il luogo che risulta nel­l’atto costitutivo;
  • sede del­l’am­mi­ni­stra­zione: la sede dove sono assunte le deci­sioni socie­tarie e quindi dove si forma effet­ti­va­mente la volontà sociale;
  • oggetto prin­ci­pale: il luogo dove sono con­cen­trati i prin­ci­pali inte­ressi eco­no­mici ed è svolta l’at­ti­vità della società.

A con­tra­riis, la sus­si­stenza, alter­na­ti­va­mente tra di loro, di uno dei sud­detti cri­teri con­sente di qua­li­fi­care in Italia la resi­denza fiscale di un sog­getto non resi­dente.

Nel caso con­creto, par­tendo dal pre­sup­posto che la sede legale e l’og­getto prin­ci­pale sarà vero­si­mil­mente nello Stato estero, gene­ral­mente potrebbe destare pro­fili di cri­ti­cità, e quindi poten­ziali con­tro­versie con l’Am­mi­ni­stra­zione Finan­ziaria Ita­liana, l’e­ven­tuale riqua­li­fica della resi­denza in Italia sulla base del cri­terio della sede del­l’am­mi­ni­stra­zione della sub­si­diary.

In ambito inter­na­zio­nale la sede del­l’am­mi­ni­stra­zione, c.d. “place of effec­tive mana­ge­ment”, trova, nel para­grafo 24 del com­men­tario OCSE, modi­fi­cato dal docu­mento “The 2008 update to the OECD Model Tax Con­ven­tion” del 18 luglio 2008, la seguente definizione:

The place of effec­tive mana­ge­ment is the place where key mana­ge­ment and com­mer­cial deci­sions that are neces­sary for the con­duct of the enti­ty’s busi­ness as a whole are in sub­stance made.

The 2008 update to the OECD Model Tax Convention

Per scon­giu­rare, per­tanto, la riqua­li­fi­ca­zione della resi­denza in Italia della sub­si­diary è neces­sario che tutte le fon­da­men­tali deci­sioni con­cer­nenti la società e le diret­tive ammi­ni­stra­tive ven­gano adot­tate nello Stato estero.
A tal fine l’o­rien­ta­mento del­l’Am­mi­ni­stra­zione Finan­ziaria Ita­liana rileva in modo incon­tro­ver­ti­bile la resi­denza degli ammi­ni­stra­tori della sub­si­diary nel Paese dove la stessa è resi­dente.
Com­ple­te­remo questa ana­lisi nella terza ed ultima parte.

Se stai valu­tando l’i­po­tesi di espan­dere il tuo busi­ness all’e­stero rivol­giti ad un pro­fes­sio­nista del set­tore che sappia assi­sterti sugli aspetti fiscali dell’inter­na­zio­na­liz­za­zione.

Con­di­vidi
Tieniti sempre aggiornato!
Unisciti al nostro Canale Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo sul questo Blog.
Hai bisogno della nostra consulenza?
Ti richiameremo per una prima valutazione gratuita relativa al tuo caso.
Scritto da
Piero Di Bello

Appassionato e dinamico consulente esperto in Protezione e Pianificazione consapevole del Patrimonio delle famiglie e delle imprese, associato della prestigiosa Associazione “Il Trust in Italia”.
Esperto in Fiscalità Internazionale e Strategie d’Impresa, coadiuva continuamente gli imprenditori nel disegnare il proprio business.

Visualizza tutti gli articoli
Scritto da Piero Di Bello

Piero Di Bello

Appassionato e dinamico consulente esperto in Protezione e Pianificazione consapevole del Patrimonio delle famiglie e delle imprese, associato della prestigiosa Associazione “Il Trust in Italia”.
Esperto in Fiscalità Internazionale e Strategie d’Impresa, coadiuva continuamente gli imprenditori nel disegnare il proprio business.