Mini sportello unico per l’Iva denominato MOSS

MOSSDal 1 gen­naio 2015 ven­gono estesi ai ser­vizi di tele­co­mu­ni­ca­zione e di tra­smis­sione tele­ma­tica il regime spe­ciale iva che attual­mente si applica ai ser­vizi elet­tro­nici busi­ness to con­sumer B2C.

Il mini spor­tello unico per l’Iva deno­mi­nato MOSS (mini one stop shop) attual­mente è un regime facol­ta­tivo per i sog­getti pas­sivi sta­bili e non sta­bili nel­l’UE ai fini del­l’as­sol­vi­mento degli obblighi Iva, rela­ti­va­mente alle pre­sta­zioni di ser­vizi di tele­co­mu­ni­ca­zione, di tele radio­dif­fu­sione ed elet­tro­nici rese ai com­mit­tenti non sog­getti pas­sivi di imposta.

Il mini spor­tello unico per l’Iva deno­mi­nato MOSS è nato per sop­pe­rire alle nuove regole comu­ni­tarie che a decor­rere dal 1 gen­naio 2015 i ser­vizi di tele­co­mu­ni­ca­zione e di tra­smis­sione tele­ma­tica ed elet­tro­nici busi­ness to con­sumer B2C sono sog­gette ad Iva nel luogo ove il com­mit­tente è sta­bi­lito ovvero ha il domi­cilio o la resi­denza.

mossQuindi nei rap­porti B2C Busi­ness to Con­sumer l’im­posta sarà appli­cata diret­ta­mente dal for­ni­tore UE o extra UE, previa iden­ti­fi­ca­zione Iva nel paese UE del cliente, oppure avva­len­dosi del mini spor­tello unico per l’Iva deno­mi­nato MOSS.

La Diret­tiva n.2006/112/CE pre­vede due distinti regimi:

  • Regime UE, per i ser­vizi pre­stati da sog­getti pas­sivi sta­bi­liti nella UE, ma non nello stato membro di con­sumo;
  • Regime non UE, per i ser­vizi pre­stati da sog­getti pas­sivi non sta­bi­liti in UE.

Per entrambi i regimi, il sog­getto pas­sivo deve pre­sen­tare, per via tele­ma­tica, allo Stato Membro di Iden­ti­fi­ca­zione, una dichia­ra­zione Iva per ogni tri­me­stre e pre­ci­sa­mente:

  1. Tri­me­stre sca­denza il 20 aprile;
  2. Tri­me­stre sca­denza il 20 luglio;
  3. Tri­me­stre sca­denza il 20 ottobre;
  4. Tri­me­stre sca­denza il 20 gen­naio.

L’Iva deve essere ver­sata entro la sca­denza della pre­sen­ta­zione della dichia­ra­zione dei red­diti.

L’A­genzia delle Entrate, con il Prov­ve­di­mento n.122854/2014 del 30 set­tembre 2014, ha defi­nito le moda­lità ope­ra­tive per la regi­stra­zione del mini spor­tello unico per l’Iva deno­mi­nato MOSS, dele­gando il Centro Ope­ra­tivo di di Venezia ad effet­tuare le veri­fiche neces­sarie.

Coloro i quali fos­sero inte­res­sati ad atti­vare il mini spor­tello unico per l’Iva deno­mi­nato MOSS posso con­tat­tarci.

Con­di­vidi
Tieniti sempre aggiornato!
Unisciti al nostro Canale Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo sul questo Blog.
Hai bisogno della nostra consulenza?
Ti richiameremo per una prima valutazione gratuita relativa al tuo caso.
Scritto da
Piero Di Bello

Appassionato e dinamico consulente esperto in Protezione e Pianificazione consapevole del Patrimonio delle famiglie e delle imprese, associato della prestigiosa Associazione “Il Trust in Italia”.
Esperto in Fiscalità Internazionale e Strategie d’Impresa, coadiuva continuamente gli imprenditori nel disegnare il proprio business.

Visualizza tutti gli articoli
Scritto da Piero Di Bello

Piero Di Bello

Appassionato e dinamico consulente esperto in Protezione e Pianificazione consapevole del Patrimonio delle famiglie e delle imprese, associato della prestigiosa Associazione “Il Trust in Italia”.
Esperto in Fiscalità Internazionale e Strategie d’Impresa, coadiuva continuamente gli imprenditori nel disegnare il proprio business.