Il mondo Wealth Management

Molti mi scri­vono ancora chie­den­domi cosa in realtà signi­fichi Wealth Mana­ge­ment; con questo arti­colo pro­verò a dare una risposta che sia più com­pren­si­bile possibile.

Il Wealth Mana­ge­ment si occupa della vita finan­ziaria di un indi­viduo a 360°.
È il tipo di con­su­lenza che com­bina quella finan­ziaria con quella degli inve­sti­menti, pas­sando dai ser­vizi di con­ta­bi­lità, fino alla pia­ni­fi­ca­zione della pro­pria pen­sione, non dimen­ti­can­dosi della pia­ni­fi­ca­zione legale, fiscale ed immo­bi­liare e del­l’at­ti­vità di Risk Mana­ge­ment .

Gli inglesi defi­ni­scono il ter­mine Wealth Manag­ment come quella con­su­lenza rila­sciata dal pro­fes­sio­nista per la gestione del patri­monio e la sua pia­ni­fi­ca­zione, attra­verso solu­zioni di vasta gamma.

I costi di questo tipo di con­su­lenza sono acces­si­bili, soli­ta­mente, a clienti con patri­moni importanti.

Il Wealth Mana­ge­ment è un ser­vizio su misura per cia­scun cliente, e si basa sui seguenti prin­ci­pali fattori:

  • carat­te­ri­stiche del patrimonio;
  • fra­zio­na­bi­lità del por­ta­fo­glio di investimento;
  • pre­fe­renze per­so­nali di gestione.

Il cliente, impren­di­tore o non impren­di­tore, sod­disfa le sue esi­genze per­so­nali e azien­dali det­tate dalla com­po­si­zione del suo patri­monio attra­verso il con­su­lente di Wealth Manag­ment che diver­si­fica gli inve­sti­menti e rende dina­mica l’a­zienda o il patri­monio di fami­glia.

È un’e­si­genza del­l’im­pren­di­tore pre­ser­vare i beni per­so­nali, acqui­siti attra­verso la pro­pria atti­vità, spesso sog­getti ad essere aggre­diti per ragioni cre­di­tizie estranee alla fami­glia e pro­ve­nienti dalle atti­vità azien­dali stesse.

In Italia non dimen­ti­chia­moci che fon­da­men­tal­mente la legge tutela il cre­di­tore e rende con­te­sta­bili gli atti con i quali il debi­tore deprima in modo frau­do­lento il pro­prio patri­monio al fine di pre­giu­di­care i diritti dei creditori.

Le stra­tegie di wealth plan­ning, fina­liz­zate alla pro­te­zione con­sa­pe­vole del patri­monio, con­si­stono dunque in tutte quelle atti­vità lecite che — ante­rior­mente al sor­gere del cre­dito — con­sen­tono di evi­den­ziare ai poten­ziali futuri cre­di­tori che il patri­monio di un dato sog­getto offre una capienza limi­tata e che, quindi, il cre­di­tore non può aggre­dire il patri­monio dell’imprenditore.

Con­di­vidi
Tieniti sempre aggiornato!
Unisciti al nostro Canale Telegram per ricevere una notifica ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo sul questo Blog.
Hai bisogno della nostra consulenza?
Ti richiameremo per una prima valutazione gratuita relativa al tuo caso.
Scritto da
Giuseppe Prascina

Avvocato Civilista, da anni offre Consulenza Legale alle aziende e mette a disposizione le sue competenze nell’ambito del Wealth Management e della Consulenza Patrimoniale.

Visualizza tutti gli articoli
Scritto da Giuseppe Prascina

Giuseppe Prascina

Avvocato Civilista, da anni offre Consulenza Legale alle aziende e mette a disposizione le sue competenze nell’ambito del Wealth Management e della Consulenza Patrimoniale.